Contattaci su WhatsApp

Primo incontro gratuito

Il primo colloquio è sempre gratuito, per consentire la reciproca conoscenza, inquadrare la questione, individuare gli obiettivi e verificare la possibilità di assistenza. Si svolge in studio o in videoconferenza.…Scopri di piùPrimo incontro gratuito

La multiproprietà

La multiproprietà, in Italia, è un’operazione economica che attribuisce al “multiproprietario” un diritto di godimento, simile a quello del proprietario, su un immobile, soltanto per un determinato periodo di ogni anno.

Solitamente riguarda immobili adibiti a “casa delle vacanze“: difatti consente di ottenere la disponibilità dell’immobile, solitamente in località turisticamente attrezzate, per il tempo delle ferie.

In assenza di una specifica disciplina normativa, generalmente si ricorre all’istituto della comunione.

A ciascun “multiproprietario” viene infatti venduta una quota, pro indiviso, del diritto di proprietà di un immobile.

Contestualmente, ciascun comproprietario accetta un regolamento della comunione che prevede l’assegnazione a ciascuno di un determinato periodo temporale di utilizzo dell’appartamento.

Il legislatore Italiano, pur continuando a non disciplinare la multiproprietà, è intervenuto con il c.d. “Codice del Consumo“, con una serie di previsioni a tutela del consumatore consentire all’acquirente la piena conoscenza degli effetti del contratto che istituisce la multiproprietà e di tutti i suoi diritti.

Si segnalano, in particolare:

  • l’obbligo di forma scritta;
  • la previsione della traduzione in un’altra lingua della Comunità Europea (per l’ipotesi di cittadini o residenti in altri stati europei);
  • l’obbligo per il cedente di prestare una fideiussione bancaria o assicurativa a tutela dell’esecuzione del contratto;
  • il diritto di recesso entro 14 giorni (in un tempo anche superiore in alcuni casi);
  • il divieto di richiedere acconti prima della fine del periodo di recesso;
  • particolari modalità di gestire eventuali contenziosi.

Rispondi