Mantenimento della prole

Il richiedente, padre di un bambino, riferiva di essersi separato dalla compagna (madre del bambino) e chiedeva che diritti potesse vantare nei confronti del figlio, poiché la madre ostacolava il rapporto.

Chiedeva inoltre se dovesse passare un assegno di mantenimento alla ex compagna, ed eventualmente l’importo di questo.

La risposta

Per ottenere il riconoscimento dei diritti-doveri del padre, riconosciuti ex lege, si potrebbe predisporre una comunicazione alla madre, al fine di trovare un bonario accordo che, eventualmente, includa anche un mantenimento.

In difetto di adesione alla proposta così formulata, non rimarrebbe che rivolgersi all’Autorità Giudiziaria competente.

Per una valutazione circa il mantenimento sarebbe necessario approfondire le ulteriori circostanze patrimoniali di entrambi i genitori (entrate della madre, eventuali proprietà di entrambi).

Solo così, difatti, si potrebbe fornire un indicazione di massima dell’eventuale mantenimento.

Si precisa che, in difetto di matrimonio, il mantenimento è previsto esclusivamente per la prole.

Rispondi

Open chat
1
Benvenuti su Bergamo Legal. Se lo desidera ci può esporre gratuitamente il Suo caso tramite WhatsApp.
Nel caso, per agevolare il contatto, ci può scrivere:
- il Suo nome;
- la Sua città di residenza (se diversa da Bergamo);
- il tipo di questione per cui ci contatta (ad es.: separazione, eredità, condominio, sfratto, contrattualistica, recupero crediti, diritto societario, sanzioni e tributi, ecc...).