Contenzioso ereditario

Il richiedente manifestava la necessità di provare come da tempo stesse contribuendo al sostentamento dei genitori anziani attraverso un contributo economico.

Lo scopo di tale atto, nelle sue intenzioni sarebbe stato quello di provare quanto sino al momento versato e di prevenire un eventuale e probabile contenzioso successorio con la sorella, con la quale i rapporti erano conflittuali.

La risposta

Se obiettivo della scrittura fosse quello di offrir prova di quanto corrisposto, ciò ben potrebbe essere realizzato con una semplice scrittura privata sottoscritta dalle parti.

Tuttavia, per le peculiarità della disciplina successoria, un documento di tale tenore non produrrebbe alcun effetto sulla divisione ereditaria.

Per risolvere la questione vi potrebbero essere diverse soluzioni: un contratto con i genitori, il testamento, l’ufficializzazione della rendita vitalizia…

Ognuna di queste soluzioni ha vantaggi e svantaggi, sia di ordine economico (sicuramente un testamento è più economico della costituzione di una rendita vitalizia, anche solo a livello tributario) che di ordine pratico (ad es., il testamento può essere revocato).

La complessità della materia richiederebbe un’analisi più approfondita con esplicito riferimento alle situazioni di fatto solamente accennate.

Rispondi

Open chat
1
Benvenuti su Bergamo Legal. Se lo desidera ci può esporre gratuitamente il Suo caso tramite WhatsApp.
Nel caso, per agevolare il contatto, ci può scrivere:
- il Suo nome;
- la Sua città di residenza (se diversa da Bergamo);
- il tipo di questione per cui ci contatta (ad es.: separazione, eredità, condominio, sfratto, contrattualistica, recupero crediti, diritto societario, sanzioni e tributi, ecc...).