Sfratto per morosità

Il richiedente riferiva di aver subito la convalida di uno sfratto e che il medesimo sarebbe divenuto esecutivo di lì a poco.

Domandava, quindi, quale fosse la procedura d’esecuzione.

La risposta

L’esecutività dello sfratto non implica l’esecuzione immediata del medesimo.

Decorso il termine per l’esecutività, prima che possa essere effettivamente eseguito uno sfratto, è necessario che venga notificato l’atto di precetto per il rilascio (sempre che non sia già stato recapitato), con il quale il locatore intima al conduttore di rilasciare l’immobile a pena di esecuzione forzata.

Trascorsi dieci giorni dalla notificazione dell’atto di precetto deve poi essere notificato altro atto, dell’Ufficiale Giudiziario, chiamato avviso del tempo di rilascio dell’immobile o significazione di sfratto.

In tale atto verrà comunicata la data effettiva in cui il locatore, accompagnato dalla Forza Pubblica potrà estromettere lo sfrattato dall’immobile.

Solitamente, attesi i numerosi impegni degli Ufficiali Giudiziari, possono trascorrere mesi prima che lo sfratto venga effettivamente eseguito.

Rispondi

Open chat
1
Benvenuti su Bergamo Legal. Se lo desidera ci può esporre gratuitamente il Suo caso tramite WhatsApp.
Nel caso, per agevolare il contatto, ci può scrivere:
- il Suo nome;
- la Sua città di residenza (se diversa da Bergamo);
- il tipo di questione per cui ci contatta (ad es.: separazione, eredità, condominio, sfratto, contrattualistica, recupero crediti, diritto societario, sanzioni e tributi, ecc...).