Morosità e termine di grazia

Il richiedente riferiva di aver ricevuto una citazione per la convalida dello sfratto per morosità ma di non avere, temporaneamente, le risorse per provvedere a sanare la morosità.

La risposta
La Legge prevede la possibilità per il conduttore, presentandosi all’udienza di convalida dello sfratto, di chiedere il così detto “termine di grazia”, ossia una proroga, solitamente di tre mesi, per provvedere al pagamento.

Vi è quindi la possibilità di presentarsi in udienza e, rappresentando al Giudice la situazione, chiedere la concessione del predetto termine di grazia.

Rispondi

Open chat
1
Benvenuti su Bergamo Legal. Se lo desidera ci può esporre gratuitamente il Suo caso tramite WhatsApp.
Nel caso, per agevolare il contatto, ci può scrivere:
- il Suo nome;
- la Sua città di residenza (se diversa da Bergamo);
- il tipo di questione per cui ci contatta (ad es.: separazione, eredità, condominio, sfratto, contrattualistica, recupero crediti, diritto societario, sanzioni e tributi, ecc...).