Divorzio all’estero

La richiedente, di nazionalità marocchina, riferiva di aver stipulato un atto di divorzio nel Paese di provenienza, e intendeva far valere tale atto anche in Italia.

La risposta

Quando il divorzio viene pronunziato all’estero, la sentenza risulta efficace in Italia ai sensi dell’art. 65 L. 31 maggio 1995 n. 218.

Dovrebbe essere sufficiente effettuare una asseverazione (traduzione giurata) del provvedimento di divorzio e presentarlo all’Ufficiale dello stato civile presso il Suo comune di residenza affinché annoti il cambio di stato che Le consentirà di convenire a nuove nozze.

L’unico limite è dettato dal rispetto dell’Ordine Pubblico: il provvedimento straniero non deve contenere disposizioni incompatibili con l’ordinamento giuridico Italiano.

Rispondi

Open chat
1
Benvenuti su Bergamo Legal. Se lo desidera ci può esporre gratuitamente il Suo caso tramite WhatsApp.
Nel caso, per agevolare il contatto, ci può scrivere:
- il Suo nome;
- la Sua città di residenza (se diversa da Bergamo);
- il tipo di questione per cui ci contatta (ad es.: separazione, eredità, condominio, sfratto, contrattualistica, recupero crediti, diritto societario, sanzioni e tributi, ecc...).