Sezione Speciale Separazione

Illeciti e Reati

I rapporti con lo Stato (nelle sue varie tipologie di Pubbliche Amministrazioni) possono essere “complicati”.

Sanzioni amministrative, contravvenzioni al codice della strada, accertamenti fiscali e cartelle esattoriali possono riguardare chiunque e, spesso, vi sono casi in cui le sanzioni comminate sono sproporzionate oppure illegittime ed il cittadino si trova a doversi difendere in un confronto che non è certo ad armi pari.

Lo si può affermare con franchezza, al di là dell’affermazione di principio sulla parità nel contraddittorio.

Il sistema sanzionatorio amministrativo e tributario è organizzato con una serie di scadenze e termini perentori che se da un lato mirano a garantire l’effettività della sanzione (interesse pubblico), dall’altro mettono in seria difficoltà il privato che si trova urgentemente alla ricerca di un aiuto qualificato in extremis.

Allo stesso modo, le specifiche modalità di aggressione del patrimonio da parte delle Pubbliche Amministrazioni (prima fra tutte l’Agenzia delle Entrate – Riscossione, ex Equitalia) sono invasive e spesso non soggette ad un controllo giudiziario (salva la possibilità di opposizione da parte del cittatino).

Risulta quindi fondamentale un punto di riferimento per azioni tempestive.

Le sanzioni amministrative (siano esse relative ad una violazione del codice della strada o di altre norme speciali) possono essere impugnate innanzi all’Autorità Giudiziaria competente per materia o valore. Spesso i termini per l’impugnazione sono indicati sull’atto di erogazione della sanzione e sono perentori.

Le cartelle esattoriali devono essere attentamente esaminate per valutarne i presupposti e per determinare la migliore modalità di “estinzione” delle stesse.
Difatti, nell’ambito in costante evoluzione del diritto tributario, nel corso degli anni sono stati introdotti una serie di istituti volti a deflazionare il contenzioso che vanno dalla formalizzazione dell’autotutela anche in ambito tributario, alle possibilità di adesione agli accertamenti, allo strumento della mediazione ed, infine, alla possibilità di rateazione.

Offriamo consulenza ed assistenza alle persone coinvolte in procedimenti penali su reati quali:

  • Guida in stato di ebbrezza;
  • Guida sotto l’effetto di sostanze;
  • Maltrattamenti in famiglia;
  • Mancato mantenimento dei figli e del coniuge;
  • Lesioni Personali.

BERGAMO LEGAL, infine, assiste i propri clienti nei procedimenti penali derivanti da malpractice medica e sinistri stradali.

WhatsApp chat